Liquidi per sigarette elettroniche fatti in casa

Molti degli svapatori, oggi come oggi, preferiscono farsi i loro liquidi in casa e non comprarli. La febbre dei liquidi fai da te è scoppiata sia per motivi di risparmio, sia perché molti svapatori volevano creare dei liquidi unici e personalizzati.

Prima di fare dei liquidi personalizzati bisognerebbe essere esperti: soprattutto ricordiamo che non deve mai essere maneggiata nicotina se non si è in grado. La nicotina è potenzialmente mortale a contatto con la pelle e quindi deve essere maneggiata solamente da persone esperte che abbiano preso tutte le dovute precauzioni.

Detto questo, da che sono composti i liquidi per sigaretta elettronica e come si preparano le basi neutre in casa?

Come spiegato in questo approfondimento sui liquidi per e-cig fatti in casa, per fare i liquidi delle sigarette elettroniche bisogna prima acquistare la glicerina vegetale, prodotto che serve per dare fumosità al proprio svapo; il glicole propilenico; l’acqua demineralizzata, che va usata in quantità davvero minime ed ha lo scopo di ridurre la viscosità del liquido per e-cig, e infine gli aromi. La nicotina, ripetiamo, solo se esperti e se si è in grado di maneggiarla e trattarla in sicurezza.

Il corretto mix delle sostanze per creare un liquido per e-cig dipende anche da che tipo di liquido si vuole ottenere. Se volete ottenere un liquido meno denso, che quindi faccia meno vapore ma che faccia sentire di più gli aromi, allora usate il 95% di glicole propilenico ed il 5% di acqua distillata.

Al contrario se il vostro obbiettivo è ottenere un liquido denso, che faccia molto vapore ma che abbia meno resa aromatica e meno hit alla gola, allora usate il 50% di glicole propilenico, il 40% di glicerina vegetale, ed il 10% di acqua distillata.

Un liquido invece molto denso e con molto vapore, ma basso colpo in gola, deve avere l’80% di glicerina e il 20% di acqua.

Quindi vanno aggiunti gli aromi: gli aromi dipendono dal tipo di gusto che si vuole ottenere. Il consiglio è sempre quello di partire con poco aroma per poi eventualmente aggiungerlo e per non trovarsi con un liquido troppo forte di sapore che non piaccia.

Il consiglio standard è di usare un ml di aroma ogni 10 ml di base neutra: quindi per un liquido di 100 ml di base neutra usare 10 ml di aroma, poi eventualmente personalizzando secondo il proprio gusto. Il liquido va agitato e dovrebbe essere consumato entro un mese, indicativamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *